Open menu

 

Carrello


Paradisi

Istruzioni per l’uso
introduzione, cura e traduzione di Maria Turchetto

Collana: Il Risveglio

Pagine: 106

ISBN: 9788887583304

Prezzo: 8.00 

Disponibilità: Buona

Galateo per l’aldilà

«Una volta arrivato in paradiso non parlare a San Pietro prima che lui ti abbia rivolto la parola. Non sta a te iniziare la conversazione. Puoi chiedergli l’autografo – in questo non c’è niente di male – ma sii discreto e non aggiungere che è il prezzo della fama. Se ti fa entrare – se ti fa entrare – non dargli la mancia. Cioè, non pubblicamente. Non mettergliela in mano, lascia un quarto di dollaro sul banco e fa’ finta di niente. Se lui lo addenta per vedere se è buono, fa’ finta di non vederlo».

I racconti in cui Mark Twain immagina paradisi, con la solita sferzante ironia. Paradisi fantasiosi e bislacchi, ai quali si arriva dopo incredibili viaggi siderali, attraverso soli e comete, o più semplicemente in treno. Si passa quasi sempre una trafila burocratica più o meno complicata, gestita da angeli-impiegati o da San Pietro in persona (in questo caso, è bene lasciare la mancia con discrezione). Poi ci si gode l’eternità. Ma i cori celesti sono una lagna e, soprattutto, bisogna rivedere molte idee coltivate in vita: i bianchi sono solo un’insignificante minoranza rispetto ai popoli della terra; la stessa terra è uno sperduto granellino nel cosmo immenso; le religioni sono più di quante si possa immaginare. Dopo i paradisi ultraterreni dei primi quattro racconti, il quinto propone il paradiso terrestre rivisitato con grande poesia.

Recensioni

Recensione per “Paradisi“: Tuttolibri 17luglio2004.pdf