Open menu

 


Carrello


Libro della Settimana

Classifica Libri

I più venduti del mese

Best-seller 2021

I nostri long seller

  • Ieri mattina, oltre le lettere, i plichi, i libri, che la posta mi reca, mi è giunto uno scatolino leggiero di cartone. Veniva da Saint-Moritz, da quell’Alta Engadina, coronata di lontani e vicini ghiacciai, e pure tutta verde e tutta fiorita, consolazione di coloro che vogliono chiudere gli occhi in estate, sotto le ombre degli alberi, a bere l’aria fresca: non vi era nome di chi l’inviasse.

    Conteneva, lo scatolino, cinque o sei fascetti di edelweiss: il fiore argenteo delle Alpi, quella stella vellutata e candida, conservava tutta la sua grazia, anche venuto da un paese abbastanza lontano, avendo viaggiato in uno scatolino di cartone. Quanto un invio simile può essere caro al cuore e far salire agli occhi quelle poche lagrime di tenerezza, benedette lagrime che

    hanno la potenza dolce della rugiada! Anzi, per quanto misterioso sia un invio simile, per quanto manchi il nome del donatore o della donatrice, l’anima, lentamente, tra le poche persone veramente dilette, finisce per ritrovare un volto amato, volto femminile, per lo più, giacché quasi sempre le donne, le amiche, qualcuna delle amiche, una sola amica, quella sola, può

    pensare a un invio così affettuoso, dal paese lontano: e ciò vale, talvolta, più di una lettera, più di un ritratto, più di un telegramma. Non si dice, d’altronde, che inviare dei fiori, a un tratto, a una signora, a una donna che non li attende, significa darle un gran segno di buona fortuna? E l’edelweiss, anche, non è un fiore così leggiadro, così gentile, giunto dai paesi alti

    e freddi, e che vive nel soverchio ardore del sole, nel soverchio azzurro dei cieli?

    L'anima dei fiori. L'edelweiss. La mimosa. La gardenia. Il fior d'arancio. La ginestra. Il mughetto. L'iris. La gaggia. La dalia

L’anima dei fiori. L’edelweiss. La mimosa. La gardenia. Il fior d’arancio. La ginestra. Il mughetto. L’iris. La gaggia. La dalia

Volume 6. Cura e saggio introduttivo di Donatella Trotta

Pubblicazione: 24 febbraio 2022

Collana: spARTaco

Pagine: 88

ISBN: 9788896350942

Disponibilità: ottima

Prezzo: 13.00 

«Quante, quante mimose! Con pochi soldi si può adornare un salotto, e se è un salotto modesto, semplice, le mimose vi metteranno della vita, del sorriso, quasi della ricchezza».

Siate coraggiose, suggerisce l’edelweiss. E generose, simili a un esuberante albero di mimosa. Non mancate all’appuntamento con la gioia, il fior d’arancio sarà lì ad aspettarvi. Ricordate, riconoscenti, chi vi ha rivolto attenzioni sull’esempio della ginestra. E, ancora, flessuose come iris, non domandatevi se le cose belle come un delicato mughetto hanno radici: è saggio chi riesce ad amarle così, «come esse sembrano, per tutto quello che vi possono dare e non più» scrive Matilde Serao alle sue lettrici. Basta infilare all’occhiello una gardenia e celare drammi segreti «sotto il più amabile e il più frivolo fra i sorrisi». O guardare il mondo dalla giusta distanza, come i miopi a cui sfuggono i contorni deludenti delle dalie. Perché, se è vero che «non solo l’eleganza e non solo l’estetica, sono il pascolo della fantasia», davanti a un semplice mazzetto di gaggie possono scaturire dolci ricordi d’infanzia, di confortevoli braccia di casa allungate da nonne e «zie zitellone».

 

LA CURATRICE

Donatella Trotta, nata a Roma, è cresciuta e si è formata tra Italia, Giamaica, Svizzera e Giappone prima di fermarsi per sua scelta a Napoli dove, dopo la laurea in Lettere moderne, vive e lavora. Giornalista professionista (dal gennaio 1983 alle pagine culturali del quotidiano partenopeo “Il Mattino”), già docente di ruolo di materie letterarie, è anche autrice, traduttrice e curatrice di libri tra saggistica e narrativa, divulgazione e poesia per varie case editrici, per adulti e ragazzi. Per il suo impegno nel sociale, nella letteratura giovanile e nella promozione del libro, della lettura e dell’arte come esperienza ha ricevuto numerosi riconoscimenti. Tra i più recenti, il Premio Andersen, il Premio internazionale di giornalismo civile dell’Istituto italiano per gli Studi filosofici, l’Eip-Italia (École Instrument de Paix) dell’Unesco e il Premio di giornalismo Matilde Serao a Carinola, nell’ambito del quale ha ricevuto anche una targa d’argento del Presidente della Repubblica per i suoi studi sulla «madre fondatrice» del “Mattino”.

Tag: , , , , , , , , , .

Recensioni

L’ Anima dei Fiori vol.6 su Il Mattino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’anima dei Fiori vol.6 su La Domenica de Il Sole 24 Ore 

 

 

 

 

L’anima dei fiori. L’edelweiss. La mimosa. La gardenia. Il fior d’arancio. La ginestra. Il mughetto. L’iris. La gaggia. La dalia su modulazioni temporali

Ti aspettiamo al nostro stand

Stand Q59 – padiglione N. 3

Dal 19 al 23 maggio

Giovedì, domenica e lunedì
dalle 10.00 alle 20.00

Venerdì e sabato
dalle 10.00 alle 21.00