Open menu

 

Carrello


-15%

L’erba nera

Vita e morte a est di Acre Lane

Collana: Dissensi

Pagine: 304

ISBN: 9788896350188

Prezzo: 16.00  13.60 

Vincitore del London Arts Board New Writers Award

Grida di dissenso squarciarono l’aria, un giovane nero irruppe sulla scena, si appoggiò alla presunta auto sospetta e squadrò gli agenti nel più totale disprezzo. Sollevò in alto la testa, li fissò di traverso e schioccò la lingua sui denti. Coffin Head e lo Scettico restarono a guardare, mentre la folla si chiedeva come avrebbe reagito la polizia. I due agenti si scambiarono un’occhiata prima di arrestare velocemente il giovane che si prendeva gioco della loro autorità. «Razzisti del cazzo!» strillò una voce dall’alto. Tutti alzarono lo sguardo e videro diversi ragazzi sul tetto del takeaway. «Babilonia a morte!» gridò il tizio con la felpa nera. Coffin Head e lo Scettico si unirono ai cori di protesta non appena udirono Mr Cop di Gregory Isaacs risuonare da una finestra. «Cool down your temper, Mr Cop!, Datti una calmata, signor Sbirro!» cantava la folla, che confluiva sul posto da ogni passaggio e da ogni galleria.

A est di Acre Lane la vita è dura per i ragazzi di colore. In questa parte del sud di Londra, si spaccia, ci si prostituisce, le bande s’impongono con la forza e, se sei un giovane, nero, disoccupato, devi stare alla larga dalla polizia. A est di Acre Lane vive Lincoln, Biscuit per gli amici: non ha un padre, non ha un lavoro e, come la maggior parte dei suoi coetanei, non ha prospettive. Biscuit vende erba sulla Front Line per aiutare la madre ad andare avanti e a mantenere i suoi due fratelli più piccoli. Ma sulla linea del fronte, crocevia delle attività illegali di Brixton, s’imbatte in Jah Nelson, un vecchio rastaman guercio, che non ha paura di seminare cultura in un territorio inaridito dalla violenza. Lo scrittore Alex Wheatle, negli anni ’80, ha vissuto in prima persona i disordini di Brixton, i peggiori che la storia inglese del ventesimo secolo ricordi. Ed è la sua esperienza, fatta di questioni razziali, disagio sociale, lotta quotidiana per la sopravvivenza, carcere, che Wheatle porta nelle pagine di  L’erba nera, questo avvincente romanzo, raccontando la storia di Biscuit e della sua cricca. Intenso, vivo, memorabile, il capitolo che descrive gli scontri del 1981, scatenati da un accoltellamento, ma radicati nella disoccupazione in caduta libera e in una violenta operazione di polizia che voleva stroncare la delinquenza.

Recensioni

Un viaggio a parole, ritmato e veloce. The Times
Avvincente. The Voice
Leggete e meravigliatevi. Calabash Magazine
Irriverente, scaltro. Scotland on Sunday
Un libro pieno di vita, che palpita al ritmo reggae di un’era. Independent on Sunday


Ti consigliamo anche...