Open menu

 

Carrello


Libro della Settimana

E avrai sempre una casa

Il nuovo Faulkner è italiano

Pubblicazione: 26 settembre 2019

Collana: Dissensi

Pagine: 336

ISBN: 9788896350782

Prezzo: 14.00 

Disponibilità: Ottima

Eccola, la loro terra. Tutto quello che avevano e ciò per cui vivevano. Un pugno di acri di cui conoscevano ogni zolla, ogni cespuglio. Un piccolo frammento di mondo domestico incastonato in un’immensità aliena e selvaggia.

Scordatevi di Tara, la piantagione di cotone della Georgia che fa da sfondo a Via col vento.  Qui nell’Ozark, in Arkansas, la vita è dura, scandita dai tempi della semina e della raccolta del cotone che ti spacca la schiena e ti taglia le dita. Qui nell’Ozark, in Arkansas, se la terra non frutta, la banca si riprende la concessione e si perde tutto. Qui nell’Ozark, in Arkansas, non ci sono privilegi per Kayla McMath, quattordici anni e solo prove difficili da affrontare. Come la perdita della madre alla nascita della quartogenita Reese. E l’improvvisa morte del padre, che la lascia sola, con il fratello minore Lucas, nella malridotta tenuta agricola. In balia della natura selvaggia. In attesa che ritorni il fratello maggiore Isaac, partito con l’esercito confederato alla disperata difesa di Little Rock. Gli echi lontani della Guerra di Secessione non spezzano l’isolamento dei due ragazzi che resistono, il libro dei salmi della madre saldamente stretto in una mano, il fucile Springfield del padre nell’altra. Le esperienze al limite, la lotta per non soccombere e garantire la sopravvivenza della piccola Reese fanno crescere velocemente Lucas e soprattutto Kayla, che non cederà di fronte a nulla. Nulla.

Kayla McMath è vera, determinata, intensa. La prosa di Malagoli è affascinante, potente.

Tag: , , , , , , .

Recensioni

«E avrai sempre una casa, il romanzo americano del modenese Piero Malagoli», scrive Elisabetta Favale su Linkiesta

«Con un linguaggio curato ed evocativo, lo scrittore accompagna i lettori nell’America dei diseredati, tra le famiglie le cui vite sono immolate sull’altare dell’american dream; saranno questi nei primi decenni del ‘900 “i nomadi”, protagonisti drammatici dei capolavori di Steinbeck», bella recensione di E Avrai Sempre una Casa su La Pressa Modenese.

«Il contesto storico americano descritto è incredibile, l’autore riesce abilmente a trasformare le parole in immagini». Nuova recensione del romanzo di Malagoli a cura di Loredana Cilento

E avrai sempre una casa recensito su Cronache di Caserta

E avrai sempre una casa  è una narrazione che non si dimentica, si è scossi e stupiti dagli accadimenti emotivi e pratici, dal principio alla fine. Lo stile di Piero Malagoli ha poesia e verità, ha finezza di metafore e precisione, ricercatezza e fascino. Silvia Paganini su Modulazioni Temporali.

E avrai sempre una casa su Robinson -La Repubblica

«Un libro che consiglio sicuramente perché merita di essere letto e gustato». Su A tutto volume libri la recensione del romanzo E avrai smpre una casa