Open menu

 

Carrello


Libro della Settimana

26 Maggio 2016

Microstorie d’amore e di crisi. Rivali in amore

Rivali in amore.

amanti2Stava camminando tranquillo per strada quando si trovò di fronte un uomo dalla stazza preoccupante che gli puntò addosso una chiave inglese. «Sei tu che te la fai con mia moglie?» chiese quello. Lui preferì non rispondere. Girò sui tacchi e se la diede a gambe. «In amor vince chi fugge» pensò mentre seminava il suo rivale.

 

 

L’amore in pillole 22. Convolare a nozze

nozze1L’inguaribile scapolo entrò a larghi passi nella sala d’attesa del Comune, seguì le indicazioni per l’ufficio Matrimoni, salì le scale e percorse un corridoio polveroso che lo portò fino alla stanza. Ad attenderlo, fuori, c’erano i due amici testimoni.

«E Giovanna?» chiese loro.

«È già dentro con i suoi genitori. Forza, andiamo. Ma che hai? Sei così pallido…» osservò il primo testimone.

«Non vorrai farci credere che il tuo colpo di fulmine è già finito?» aggiunse il secondo. «Coraggio, dopo il consenso arriverà il bello. L’addio al celibato, il banchetto, il taglio della cravatta, bacio bacio e la torta di nozze…».

«Poi, fooooooorse, la prima caliente notte d’amor, eh eh…» disse di rimando il primo amico. «Dai sbrighiamoci, non puoi restare lì impalato».

Lui valutò la situazione. Dopo tutto amava Giovanna.

«Avete ragione» disse ai testimoni. Poi fece retromarcia e fuggì.

«Chi si firma è perduto!» gridò agli amici mentre scendeva rapidamente le scale.

 

L’amore in pillole 21. Amore incendiario

incendio2Quei due non erano fatti l’uno per l’altra.

Erano oltre.

Una miscela incendiaria.

Una molotov sentimentale.

Un’emozione incandescente che saliva in superficie e, simile a un vulcano, eruttava lapilli e fiamme.

La convivenza li avrebbe abbrustoliti.

Preferirono toccarsi e lasciarsi addosso le ustioni dei loro incontri.

 

L’amore in pillole 20. Indipendenza

immaturo

«Non ti assumi mai alcuna responsabilità. Sei ancora un bambino. Cerca di crescere o me ne andrò» minacciò lei.«Non cercare di cambiarmi» replicò lui. «I pannolini so mettermeli da solo».

 

 

L’amore in pillole 19. Amore assicurato

assicurazione 2«Dopo tanti anni insieme, ti ricordi ancora del vostro anniversario di matrimonio» commentò ammirato l’amico. «È commovente».

«No» si schermì lui «è solo lo stesso giorno in cui mi scade l’assicurazione».

 

 

L’amore in pillole 18. Amore tossico

fumo cupidixSe la fumò in una sera, quella storia d’amore che lo aveva stregato per anni. Strappò la foto di lei, e ne fece tanti filtrini.

 

 

 

 

 

L’amore in pillole 17. Demenza infantile

Lego2«Sei un immaturo, un infantile che pensa solo a se stesso» si sfogò la donna. «Hai cinquant’anni suonati e stai ancora lì a giocare con i tuoi mattoncini invece di pensare a noi. Uno schifoso egocentrico».

«Semmai Legocentrico» la corresse lui.

 

 

 

L’amore in pillole 16. Amor proprio

rincorsa 2«In amore, come nella vita, non si può restare fermi» gli disse il saggio. «O si va avanti o si retrocede. E tu stai facendo molti passi indietro».

«Veramente» rispose. «Sto solo prendendo la rincorsa».

 

 

 

L’amore in pillole 15. Tutto famiglia e casa

casa2Il matrimonio gli cambiò la vita. Da oscuro professore di filosofia diventò un quotato consulente immobiliare alle dipendenze del suocero. Da quel giorno il suo motto fu «Rogito ergo sum».

 

 

 

L’amore in pillole 14. Lettera di una ex.

lessie3Torna a casa, lessi.

Col cazzo che torno, scrissi.

 

 

 

 

L’amore in pillole 13. Il dilemma degli amanti.

auto1Avevano accostato l’auto ed erano fermi da dieci minuti a guardarsi negli occhi, incerti sul da farsi, sospesi tra il desiderio di un abbraccio e un addio.

«Allora, che cosa facciamo?» chiese lui.

«Comincia a slacciare la cintura… di sicurezza» rispose lei.

 

 

L’amore in pillole 12. L’amore che dura

separati1«Ma qual è il segreto del vostro amore?»  chiese il noto intervistatore alla nota coppia che festeggiava le nozze d’argento.

«Semplice. Da dieci anni viviamo separati» risposero all’unisono come due anime gemelle.

 

 

L’amore in pillole 11. Lezione d’amore

zen1«Non è il possesso che fa l’amore» disse il Maestro.

«D’accordo, però adesso facciamo un po’ sesso» suggerì l’allieva.

 

 

 

L’amore in pillole 10. Amore a prima svista

abbracci 2Metropolitana milanese. Orario di punta. Andirivieni agitato. Un incontro inatteso. Lei gli sorrise. Lui la guardò e spalancò il suo abbraccio. Non fecero neppure in tempo a dirsi ciao e si baciarono con passione.

«Che bello ritrovarti, Silvia».

«Silvia?!».

 

cupidix1L’amore in pillole 9. Farmaci

Dopo lunghi e ostinati tentennamenti, decise di rompere il silenzio: «Non ce la faccio più. Da quando non ti vedo più mi manca l’aria, vorrà pure dire qualcosa, no?».

«Sì, passa in farmacia e comprati il Ventolin».

 

 

L’amore in pillole 8. La fine dell’uomo Peter Pan

ombra peter panEra così insopportabile che una sera venne strangolato dalla propria ombra.

 

 

L’amore in pillole 7. Amor acerbo.
telefon1Le diede uno squillo di telefono a vuoto per farle sapere che la stava pensando. Lei ricambiò con uno squillo breve ma intenso. Una reciproca rassicurazione di solitudine.

 

 

L’amore in pillole 6. Distanze

distanze2«Ho voglia di una serata memorabile»  le disse.

«Bene» rispose lei. «Basta solo che non mi svegli quando torni a casa».

 

 

 

 

L’amore in pillole 5. Complicità sentimentale.

scasso2

L’occasione fa l’uomo ladro, dicevano gli scaltri. La mancanza di occasioni fa l’uomo fedele, aggiungevano i cinici. Lui era il mago dello scasso, e non aveva mai tradito la sua compagna. Non sotto interrogatorio.

 

 

 

L’amore in pillole 4. Due righe di amore.

righe orizzontali«Se mi lasci, mi lascerò morire» gli disse.

«Se ti lasci morire, giuro che ti ammazzo» replicò lui.

 

Due righe di non amore.

righe orizzontali3«Me ne vado» disse lei. «Se proprio lo vuoi sapere non ti ho mai amato».

«Bene» rispose lui dalla poltrona. «Allora siamo pari».

 

L’amore in pillole 3. Smarrimenti d’amore

mont blanc 1Perse la sua storica Mont Blanc mentre correva a un appuntamento. Si presentò come fosse sul punto di collassare, il volto pallido, la fantasia incredula… Come avrebbe fatto a scrivere d’ora in poi?
Lei ne fu talmente colpita che lo consolò con baci e abbracci memorabili.
“Ne valeva la penna” pensò lui nell’abbandono del momento.

 

L’amore in pillole 2. Dimenticare

assenzioLa casa era vuota, il telefono muto. Aveva parlato per ore da solo, ma adesso si era stancato. Era tempo di affrontare la questione con altro spirito. Ad alta gradazione. Poi si sdraiò sul divano e si abbandonò alla vastità di un mondo senza parole. Silenzio assenzio.

 

L’amore in pillole 1. L’ultima cena

risoEra stanco, deciso a chiudere la questione a tavola: «Voglio chiudere con il passato» disse alla moglie. «Va bene, da domani riso in bianco»  rispose al marito.