Open menu

 

Carrello


Libro della Settimana

16 Novembre 2019

30 novembre.Il lanciatore di donne tour: Prima presentazione con concerto del nuvo libro di Jennà Romano all’Auditorium d’Aponte di Aversa

La storia di un ragazzo di provincia alla costante ricerca del proprio posto nel mondo che affida alle corde di una chitarra i suoi sogni. Il ritratto intimo di un uomo che ha consacrato la sua vita alla musica. Il libro con album del compositore e musicista Jennà Romano, «Il lanciatore di donne e altri racconti. Nove storie da sentire e nove canzoni da leggere» (Edizioni Spartaco, novembre 2019), è un viaggio letterario in cui si fondono note e parole: a ogni racconto si accompagna un brano da ascoltare e scaricare attraverso QR Code o link.

Il leader del gruppo Letti Sfatti, che vanta collaborazioni con Francesco Tricarico, Francesco De Gregori, Arisa, Patrizio Trampetti, Tony Esposito, Franco Del Prete, James Senese, Lucio Dalla e Fausto Mesolella, ha scelto l’Auditorium Bianca d’Aponte per tenere a battesimo il suo secondo libro che fa seguito a “Questa città”, esordio nella narrativa del 2011 firmato con Erri De Luca.

Sabato 30 novembre 2019, Romano calcherà il palco della sala per concerti di via Nobel a Aversa, prestigioso proscenio per la musica autoriale italiana, per offrire ai lettori, così come è stato concepito il progetto editoriale, un’esperienza multisensoriale.

A partire dalle ore 20 l’autore, conversando con Luigi Caramiello, docente di Sociologia dell’arte e della letteratura all’Università degli Studi di Napoli Federico II, presenterà al pubblico le storie che compongono la raccolta. L’attrice Rosalba Di Girolamo interpreterà alcuni brani, dando voce ai personaggi intensi di Romano. Modera Tiziana Di Monaco, editore.

A seguire, la musica ruberà la scena alle parole. Il live dei Letti Sfatti – vincitori del Premio Ciampi nel 1999 – fornirà le chiavi d’accesso all’universo personale di Romano, con una performance incentrata sui brani inclusi nel libro-album. Ospiti, Filippo Piccirillo al piano e Mario Lupoli al sax soprano.

«In questo caso, col libro in questione, che è libro che ha a che fare con la musica, ancora una volta viene fuori la voglia di sperimentare, la voglia di non fermarsi a un incrocio aspettando che il semaforo diventi verde ma di osare anche sfidando un campo diverso». Parole di Peppe Lanzetta che ha firmato una nota a margine della pubblicazione.

Un’esperienza che promette di essere indimenticabile.

IL LIBRO

L’heavy metal della sua infanzia erano i rintocchi dei martelli nella bottega di mannese del nonno: echi striduli, vibrati, ferrosi, come le distorsioni di Hendrix. Quei giorni odoravano di fagioli, bolliti nel retrobottega della merceria della madre, un profumo misto all’aroma di caffè. Un tempo che sapeva di estate, di terra e sudore, di galoppate selvagge in sella a una vecchia bicicletta senza freni. «In certi momenti l’immobilità di quei colori riaffiora, è una pianta rampicante che velocemente si fa strada, e io resto pietrificato come una colonna quando penso a quante cose non torneranno». A quante persone non torneranno. E l’amore. Malinconico come una ballad, dirompente come un assolo di chitarra elettrica, profondo e vellutato come il tocco di un basso, Il lanciatore di donne e altri racconti è un libro composto come musica, da leggere come uno spartito. Jennà Romano ci mette se stesso come sul palco: ogni battuta è una scena, ogni rigo è uno spaccato di vita vissuta, il refrain sono i ricordi popolati di volti cristallizzati, un pezzo palpitante della sua sensibilità di artista. Nove storie che trovano, nella scrittura di Romano, due forme per esprimersi:canzoni e racconti.

L’autore

Jennà Romano (1969), leader dei Letti Sfatti, è compositore, cantante, chitarrista e curatore di tutte le produzioni del gruppo che, nel 1999, ha vinto il Premio Ciampi per la ricerca musicale. Ha suonato, scritto canzoni e collaborato con Francesco Tricarico, Francesco De Gregori, Arisa, Patrizio Trampetti, Tony Esposito, Franco Del Prete, James Senese, Lucio Dalla e Fausto Mesolella. Con Erri De Luca nel 2011 ha firmato il libro con dvd Questa città (musiche dei Letti Sfatti). Alcune sue canzoni sono oggetto di studio alla Yale University in Usa. Con il docu-film Minerali sconosciuti, è stato scelto nel 2013 per Les Rendez-Vous Québec Cinéma in Canada. È del 2014 il Premio Masaniello (Napoletani protagonisti nel mondo). Produzioni discografiche recenti sono: Peppe Lanzetta Non canto non vedo non sento (2017) che vede anche la collaborazione di Franco Battiato, Abbracciami fortissimo di Tricarico e A Milano non c’è il mare di Tricarico con la partecipazione di Francesco De Gregori (2019), Ogni giorno rischio di essere felice dei Letti Sfatti (2019).