Open menu

 

Carrello


Libro della Settimana

16 Marzo 2017

Edizioni Spartaco al Book Pride 2017

Amici lettori,

Anche quest’anno Edizioni Spartaco parteciperà a “Book Pride”, la Fiera nazionale dell’editoria indipendente promossa da Odei che si terrà a Milano dal 24 al 26 marzo 2017 negli spazi Ex Ansaldo.

Il cuore della fiera sarà  a BASE, il polo culturale cittadino sito in via Bergognone 34, a cui si affiancheranno le sale del MUDEC, il Museo delle Culture in via Tortona 56.

A partire dalle ore 14 di venerdì 24, sino alle 21 di domenica 26 marzo, potrete venirci a trovare allo stand H10 – sarà abbastanza semplice localizzarci, il nostro stand è un caleidoscopio cromatico – così potremo incontrare anche i lettori geograficamente a noi più distanti. Per i “books addicted” che non potranno essere a Milano, sul nostro sito e sulle nostre pagine social – Instagram, Twitter e Facebook – ci saranno continui aggiornamenti, foto, curiosità e impressioni.

Dopo il successo dell’edizione dello scorso anno, Book Pride 2017 si annuncia ancora più ricca di espositori, eventi, ospiti. Per voi, amici della Spartaco, non mancheranno speciali offerte sul nostro catalogo e succulente novità. A partire dal romanzo fresco di stampa del giornalista Paolo Pasi, “LA CANZONE DELL’IMMORTALE“. Sabato 25 marzo, presso CASA BASE, dalle 17 alle 18, si terrà la presentazione – chitarra in mano – con l’autore, che sarà affiancato dal giornalista e critico musicale Enzo Gentile.

Per la prima volta alla fiera di Milano approderanno: “Attraverso la mitraglia“, cronaca dalla prima linea della Guerra di Spagna, del cineasta e regista anarchico Armand Guerra, libro finora inedito in Italia; il racconto dello scaltro narcotrafficante albanese amante della Storia, Drini, che narra le sue vicende nel romanzo “Toringrad” di Darien Levani; la stravagante avventura della vacca indiana veggente del romanzo “Il muggito di Sarajevo” di Lorenzo Mazzoni; le imprese fantastiche di tre condottieri quali “Annibale, Spartaco e Garibaldi“, dei quali l’autore Guido Trombetti coglie i tratti più umani; l’atmosfera carica di pathos  del giallo “I tre volti di Ecate” di Vito Santoro.

Il tema portante di quest’edizione della fiera editoriale milanese sarà lo straniero, figura di una diversità che non permette indifferenza, come il Mersault descritto nel capolavoro “Lo straniero” da  Albert Camus. L’intellettuale e umanista franco-algerino alla Spartaco è particolarmente caro; tra l’altro, i diritti del saggio del nostro  Alessandro Bresolin, “Camus, l’unione delle diversità”. Il lascito umano e politico di un uomo in «rivolta»”, con un’intervista inedita alla figlia Catherine, sono stati venduti quest’anno a Presse fédéraliste. Ancora una novità per la fiera di Milano è la docufiction firmata da Marco Ehlardo, “Fratello John, sorella Mary“, che contiene le nuove avventure semiserie di un operatore sociale precario all’interno del sistema italiano di accoglienza ai rifugiati. Da ventun anni le nostre pubblicazioni parlano di prossimità dell’altro, di diversità quale fonte di ricchezza, di confini come limiti da superare, di barriere da infrangere grazie al potere universale e catartico insito in un buon libro.  Ne sono un esempio “Il confine sminato. Cronache da Siria, Iraq, Afghanistan, Libia, Sud Sudan, Bosnia ed Erzegovina, Italia“, della giornalista di Vanity Fair Tamara Ferrari; romanzo e racconti dello scrittore mozambichiano Suleiman Cassamo; i romanzi “Tranquillo, fratello!” e “L’erba nera” dello scrittore anglo-giamaicano Alex Wheatle; “Saddam City” dell’iracheno Mahmoud Saeed; “La principessa del deserto di mezzo” dell’algerino Hamid Skif; “Ambizione nel deserto” dell’egiziano  Albert Cossery.

Edizioni Spartaco, come molti di voi già sanno, è nata nel 1995 a Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta, nel cuore di Terra di Lavoro. Una casa editrice indipendente del Sud, in zone ricche di arte e di talento ma che storicamente non brillano per l’alta percentuale di lettori e  sono spesso relegate  alle pagine di nera dei quotidiani nazionali, può rappresentare una scommessa o, nel peggiore dei casi, un investimento incauto.  Noi, più semplicemente, abbiamo voluto rispondere all’impellente esigenza di condividere pensieri, sentimenti, soprattutto idee, di diventare “artigiani delle parole”. È innegabile la presenza di quel  pizzico d’incoscienza che all’inizio ci ha spinti a intraprendere questa avventura editoriale ma, giorno dopo giorno, passando attraverso momenti felici e periodi più bui, abbiamo cercato di dare sostanza ai nostri sogni attraverso il lavoro. Dal 2003 abbiamo solcato i mari della distribuzione nazionale, curata dalla società Messaggerie, e il nostro catalogo a oggi può contare più di centocinquanta titoli divisi in due collane.   Dissensi è la collana di narrativa; pubblica letteratura straniera contemporanea, autori classici, narrativa italiana contemporanea, teatro. I saggi sono la  nuova collana di “non-fiction” e “docu-fiction” che raccoglie e rilancia l’eredità delle due precedenti collane di saggistica: La campana e Il risveglio.

No, a Book Pride 2017, Edizioni Spartaco non può mancare.

Etichette: book pride, fiera, milano, odei