Open menu

 

Carrello


Libro della Settimana

11 Maggio 2016

Al Salone internazionale di Torino con novità, presentazioni, inediti e tanti, tanti scrittori

Edizioni Spartaco partecipa anche quest’anno al Salone internazionale del libro di Torino, Lingotto Fiere. Dal 12 al 16 maggio il direttore commerciale, Ugo Di Monaco, sarà allo Stand M110-N109 in buona compagnia degli autori della casa editrice casertana. Innanzitutto gli appuntamenti:

 

 

Oltre a Darien Levani (giovedì 12), Attilio Coco (da venerdì 13 a domenica 15) e Mariastella Eisenberg (sabato 14 e domenica 15), saranno inoltre presenti presso lo Stand M110-N109 di Edizioni Spartaco: Marco Ehlardo, autore del libro “Terzo settore in fondo. Cronistoria semiseria di un operatore sociale precario”, che darà qualche anticipazione a lettori e giornalisti sul libro in uscita a giugno 2016 “Fratello John, sorella Mary. Le nuove avventure dell’operatore sociale precario Mauro Eliah” (venerdì 14 e domenica 15); Lorenzo Mazzoni, autore del premiato romanzo “Quando le chitarre facevano l’amore”, che darà qualche anticipazione a lettori e giornalisti sul nuovo romanzo in uscita a settembre 2016 (domenica 15); il giornalista Rai, scrittore e cantautore Paolo Pasi con le sue pillole dell’amore e il romanzo “L’era di Cupidix” (da venerdì 13 a domenica 15); Andrea Vismara, autore del romanzo “Iddu, dieci vite per il dio del fuoco” (da venerdì 13 a domenica 15); Emilia Sarogni, autrice dei saggi “Alessandro Malaspina. Gli oceani. La prigione. Le illusioni” e  “Carlo Pisacane. L’amore. L’Italia. Il socialismo” (giovedì 12).

 

Edizioni Spartaco porta per la prima volta alla XXIX edizione del Salone internazionale del Libro di Torino tante storie dal sapore intenso e inediti per lettori dal palato robusto.

Fresco di stampa, uscito in libreria il 28 aprile, a ottanta anni dall’inizio della guerra civile spagnola (1936-2016), “Attraverso la mitraglia. Scene vissute sui fronti e nella retroguardia” è una cronaca della Guerra di Spagna del regista Armand Guerra, mai pubblicata prima in Italia (traduzione e cura di Alessandro Bresolin). Armand Guerra, il cui vero nome era José Estivalis Calvo, è stato un giornalista e cineasta, impegnato nel movimento anarchico. È considerato uno dei capiscuola del Realismo spagnolo degli anni Trenta, antesignano del Neorealismo italiano del Dopoguerra. Il suo obiettivo iniziale era girare un film-reportage sulla linea del fronte per mostrare al mondo cosa fosse quella che sarebbe passata alla storia come la Guerra di Spagna. Accompagnato dalla sua troupe, Armand Guerra e i suoi rischiano la vita ogni giorno per girare un film che non verrà mai alla luce. Contemporaneamente scrive un diario, pubblicato nel 1938 in Spagna con il titolo Attraverso la mitraglia. Il libro tratteggia quella che potrebbe definirsi una “Guernica in diretta”, il resoconto di un lungo viaggio avventuroso nelle città e nei villaggi della penisola iberica, dalla scrittura secca e precisa. Attraverso la mitraglia non è un saggio accademico o un reportage successivo agli eventi, ma una testimonianza diretta estremamente preziosa, appassionante, unica. Il link alla scheda del libro: https://www.edizionispartaco.com/prodotto/attraverso-la-mitraglia/

 

Altra chicca, sempre spagnola, è la raccolta “La rabbia e altre storie” di Vicente Blasco Ibáñez (traduzione di Gennaro Schiano).  Ibáñez (Valencia 1867 – Mentone 1928) è stato uno scrittore, giornalista, sceneggiatore e attivista politico spagnolo: estimatore di Gabriele D’Annunzio, il cospiratore del Quarnaro, e di Émile Zola, l’ostinato difensore di Alfred Dreyfus, Ibáñez condivide del primo i riferimenti a Friedrich Nietzsche, del secondo gli orientamenti veristi e popolari. Eppure il suo stile si distingue, è riconoscibilissimo, laddove la realtà supera ogni più rosea o agghiacciante fantasia. Il link alla scheda del libro: https://www.edizionispartaco.com/prodotto/il-muro-e-altre-storie/

 

Altra novità che Edizioni Spartaco porta per la prima volta al Salone di Torino, è il romanzo “La proprietà transitiva” di Nelson Martinico e Federico Ligotti. Il protagonista è Alessandro Giacobbe, che sta diventando calvo, ma non è solo per questo che ama trucco e parrucche. È un trans e crede che Utopia sia Rivoluzione: «È come aggredire il cielo con le scale o il mare con le orme dei passi. E se il respiro è finalmente libero e pieno, la vita – questa vita – senza Utopia diventa irrespirabile». Questa idea lo porta lontano. Nel 2040 diventa Presidente del consiglio di un’Italia in ginocchio, che affonda a causa di governanti corrotti e affaristi senza scrupolo. Il link alla scheda del libro: https://www.edizionispartaco.com/prodotto/la-proprieta-transitiva/