Open menu

 

Carrello


Libro della Settimana

4 Maggio 2019

9-13 maggio. Edizioni Spartaco al 32° Salone del Libro di Torino STAND R128 PADIGLIONE 3

Tutti i bestsellers del catalogo, le ultime uscite e un romanzo che i lettori potranno sflogliare in anteprima solo allo STAND R128 nel Padiglione 3, questi sono solo alcuni degli ingredienti che Edizioni Spartaco porterà alla trentaduesima edizione del Salone internazionale del Libro di Torino che si terrà al Lingotto Fiere, in via Nizza 294.

Cinque giorni – da giovedì 9 a lunedì 13 maggio (dalle 10 alle 20 giovedì, domenica e lunedì; dalle 10 alle 21 venerdì e sabato) – ricchi di incontri, eventi, prestigiosi ospiti nel corso dei quali Torino sarà il centro del panorama letterario internazionale.

Il gioco del mondo, uno dei romanzi più felici e influenti degli ultimi cinquant’anni dello scrittore Julio Cortázar, dà il titolo e il  tema alla rassegna: è l’opera della vita di un impenitente cosmopolita, il lascito culturale di un convinto umanista, il  tentativo riuscito di gettare un ponte tra  continenti e diverse culture.

Edizioni  Spartaco da oltre un quarto di secolo propone letteratura di frontiera per abbattere confini, superare limiti, unire grazie alle differenze.

Allo STAND R128 i lettori potranno sfogliare le novità del catalogo della Spartaco:

A NOI LA COLPA dello scrittore napoletano Lucio Leone . Un romanzo storico e d’avventura, intriso di sentimenti nobili e infimi, uno sguardo su un mondo di ideali e intrighi dove la linea che separa il possibile dall’incredibile è il sottile velo di scaltrezza che permea gli occhi della medium Eusapia Palladino. Un libro forte, trascinante, duro, sognante. Un inno all’umanità. (Dal 2 maggio 2019 in libreria).

Non mancherà una sorpresa che la casa editrice sammaritana ha voluto riservare al pubblico della rassegna torinese. Darien Levani, già vincitore del Premio Glauco Felici Tolfa gialli & noir con il thriller d’esordio Toringrad,  torna in libreria con un piccolo gioiello che promette di tenere i lettori incollati fino all’ultima pagina. In TAVOLO NUMERO SETTE – che sarà in tutte le librerie dal 30 maggio– lo scrittore albanese di nascita e ferrarese d’adozione alterna gli schemi del  legal thriller  a quelli del giallo investigativo per dare corpo a una vicenda ricca di colpi di cena che si svolge attorno a un tavolo di un pranzo di nozze.

L’appuntamento

Venerdì 10 maggio, alle ore 20, nella Gelateria Popolare in via Goffredo Mameli, 6 a Torino, la scrittrice Anilda Ibrahimi introduce e presenta il romanzo TAVOLO NUMERO SETTE, assieme all’autore DARIEN LEVANI.

 

IL PRETE EBREO di Mariastella Eisenberg, un romanzo sul valore dell’identità e sulla ricerca delle proprie origini, sconvolgente e commovente. Ascolta l’intervista all’autrice a Fahrenheit Radio Rai3.

IL SEGRETO DI BRUTO, romanzo storico a firma del caporedattore del Messaggero Raffaele Alliegro, due ristampe in pochi mesi, una cinquantina di presentazioni in tutt’Italia. È la storia di Lucio Giunio Bruto, che traghettò Roma dalla monarchia alla Repubblica, antenato del più celebre Marco Giunio Bruto che cinquecento anni dopo partecipò alla congiura contro Cesare.

BISESTO. SETTE CANZONI PER LA MORTE, dark novel dello scrittore e “camminatore” Andrea Vismara. Ambientato nei più suggestivi cimiteri italiani, è un’avventura rocambolesca che porta il lettore sui passi e nella vita di Kidda, rocker di mezza età attaccato alla bottiglia come ai suoi rimpianti e alla gonnella di una Morte mai così sexy e spregiudicata.

IL LUNGO CAMMINO DELLA DONNA ITALIANA DAL 1861 AI GIORNI NOSTRI della saggista e conferenziera Emilia Sarogni. “Un testo fondamentale sulla storia della condizione femminile, che ne ripercorre il cammino, che spazia nei secoli e dà conto di tutte le persone e i movimenti che hanno lottato affinché fossero rimossi ostacoli e pregiudizi, spesso spendendo l’intera vita al servizio di questa causa”, leggi la recensione completa su Mangialibri.

Gli autori saranno presenti allo stand. E anche quest’anno non mancherà la pausa caffé offerta da Torrefazione Cerrone.

Etichette: Anilda Ibrahimi, Lingotto Fiere, Salone del Libro di Torino, Salto19