Open menu

IN EVIDENZA

Continuano le offerte su tutto il catalogo Spartaco. Spedizioni gratuite con una spesa minima di 40 euro. Buone letture a tutti!

Carrello


mazzonicover-15%

Quando le chitarre facevano l’amore

Pubblicazione: Aprile 2015

Collana: Dissensi

Pagine: 348

ISBN: 9788896350478

Prezzo: 12.00 € 10.20 €

Disponibilità: Buona

Lorenzo Mazzoni è un autore di belle storie, alla Graham Greene. Roberto Coaloa, Il Sole24Ore-Domenica

Attraversò villaggi misteriosi che, nella notte buia, sembravano giochi di magia prodotti dai fari della macchina. Una luce vivida e improvvisa dipingeva nell'oscurità case, uomini, animali, per poi rigettarli nelle tenebre. Alla radio musica che non conosceva. Una canzone che parlava di amore. Amore... cosa c'era di più spaventoso dell'amore?

È il 2 maggio del 1945. Martin Bormann, braccio destro di Adolf Hitler, scompare per le strade di Berlino durante l’avanzata sovietica. Vent’anni dopo, fonti prossime alla CIA lo identificano come Martin Weisberg, finanziatore eccentrico e pacifista della rock band The Love’s White Rabbits vicina al Movimento radicale. Da qui ha inizio una caccia all’uomo che coinvolgerà settori deviati dei servizi segreti americani e israeliani, uno scovanazisti italiano, un attore cieco fan di Charles Bronson, un reduce dal Vietnam fuori di testa. La vicenda è ambientata prevalentemente negli Stati Uniti, con incursioni fra Città del Guatemala, Singapore, Saigon. Sullo sfondo il clima esplosivo dell’estate del ’68.  Storia, cronaca e finzione si rincorrono fondendosi dalla prima all’ultima pagina diIn Quando le chitarre facevano l’amore, questo originale romanzo dal ritmo incalzante e dal finale al cardiopalma. Così accade che una spia in gonnella semini il Caos. Uno scheletro sia perdutamente innamorato di Anita Garibaldi. Una chitarra racconti la Beat generation. Una scultrice plasmi marijuana e hashish. E mentre scorrono fiumi di limonata all’LSD, esplode la questione nera, le università sono in rivolta, la musica psichedelica spopola tra i giovani e gli agenti dell’FBI reprimono le proteste. Tutto è possibile per Mazzoni , definito dallo scrittore Enrico Pandiani “una delle penne più felici, ironiche, prolifiche e feroci del panorama noir italiano”.

Recensioni

“Gli scrittori estremi come Lorenzo Mazzoni fanno la differenza. Adoro le sue storie che disturbano” – Nicola Vacca, critico

“Quando le chitarre facevano l’amore” recensito da Il ManifestoMazzoni recensione il manifesto giugno 2015

 

 

 

 

 

“Quando le chitarre facevano l’amore” recensito da La Nuova Ferrara Gli anni ’60 erano ricch…bero – La Nuova Ferrara

“Quando le chitarre facevano l’amore” recensito da Il Mattino Il Mattino

 

 

 

 

 

“Quando le chitarre facevano l’amore” recensito da Il Resto del Carlino

Il Resto del Carlino

 

 

 

 

 

 

 

 

“Quando le chitarre facevano l’amore” recensito da IN VIAGGIO CON LORENZO M…sposito _ IL BIBLIOMANE

“Quando le chitarre facevano l’amore” recensito da L’INTERVISTA In libreria…o alla Spal” – #FerraraItalia

“Quando le chitarre facevano l’amore” recensito da Lettrice Rampante-QU…AMORE – Lorenzo Mazzoni

“Quando le chitarre facevano l’amore” recensito da Satisfiction » Quando le chitarre facevano l’amore

“Quando le chitarre facevano l’amore” recensito da Un’ intervista con Lo…ni _ Liberi di scrivere

“Quando le chitarre facevano l’amore” recensito da Succede Oggi

“Quando le chitarre facevano l’amore” recensito da Librangoloacuto

“Quando le chitarre facevano l’amore” recensito da La Leggivendola

“Quando le chitarre facevano l’amore” recensito da Occhiaperti

“Quando le chitarre facevano l’amore” recensito da MondoRosaShokking

“Quando le chitarre facevano l’amore” recensito da LaBottegadelBarbieri

“Quando le chitarre facevano l’amore” recensito da BrunoElpis

“Quando le chitarre facevano l’amore” recensito da TriestePrima

“Quando le chitarre facevano l’amore” recensito da Il Corriere del Veneto-Il Corriere della Sera

“Quando le chitarre facevano l’amore” recensito da Libri In Pantofole

“Quando le chitarre facevano l’amore” recensito da L’Angolo del Bibliotecario


Ti consigliamo anche...