Open menu

 

«Questo libro è stata una piacevolissima sorpresa!». Due lettrici quasi perfette recensiscono "Fratello John, sorella Mary" di Marco Ehlardo.    Continuano le offerte su tutto il catalogo Spartaco. Spedizioni gratuite con una spesa minima di 40 euro. Buone letture a tutti!

Carrello


-15%

Dieci vite per il dio del fuoco

Collana: Dissensi

Pagine: 256

ISBN: 9788896350362

Prezzo: 11.00  9.40 

Disponibilità: Buona

Un romanzo carico di tensione e ritmo

Si sentiva al sicuro nell'ascoltare l'augurio che era solito rivolgerle il pirata: "Cuci i sogni questa notte, domattina li indosserai". Si era addormentata pensando ai sentieri percorsi e a quanto le sarebbe piaciuto spingere oltre i suoi confini. Nel sogno montava un meraviglioso cavallo nero: lo lanciava al galoppo sulle scogliere tempestate dal sole e dalle onde. La mattina dopo, scesa al piano di sotto per preparare la colazione, era rimasta di stucco: appoggiata al grosso tavolo di marmo, al centro della cucina, c'era una bicicletta, una vecchia bicicletta da uomo, nera come la pece.

JANET desidera un amore
HANS è ossessionato da un disco raro
CONSUELO ha una missione
ROBERTO è in cerca di una nota
KEVIN insegue suo padre
VANESSA pretende giustizia
ANTOINE anela un rifugio
RICHARD vuole un trampolino
YUMI ambisce a un lavoro
INGRID invoca una risposta

Dai quattro angoli della Terra, spinte da una ricerca personale, dieci persone convergono a Stromboli. Ma il caso, che apparentemente sembra reggere i fili del destino, è in realtà asservito al dio vulcano, presenza costante che si insinua lentamente tra le righe e nelle vite dei protagonisti. Ciascuno arriverà a guardare in faccia il passato e a forgiare il futuro, dopo aver compreso, forse per la prima volta, lo scopo del viaggio e della propria esistenza.

Iddu è un romanzo soprendente, fatto di strade che s’incrociano, di colori e note che scivolano con la leggerezza dei sogni ed esplodono con la violenza degli incubi. Una narrazione avvincente, che non concede soste: sentimenti, passioni, amore e morte si fondono in un abbraccio che soffoca, comprime o libera lo spazio e il tempo, ribollendo al ritmo ipnotico di Iddu fino al colpo di scena e alla catarsi di un finale mozzafiato.

Andrea Vismara (1965), fotografo, musicista e dj, vive tra Roma e Firenze. Ha lavorato in librerie, biblioteche e negozi di dischi.