Open menu

 

Carrello


Libro della Settimana

-15%

Davanti alla sedia elettrica

Come Sacco e Vanzetti furono americanizzati
a cura di Piero Colacicchi; introduzione di Francesco Durante; traduzione di Filippo Benfante e Piero Colacicchi

Collana: I Saggi

Pagine: 197

ISBN: 9788887583731

Prezzo: 13.00  11.10 

Disponibilità: Buona

Va bene avete vinto voi, siamo due nazioni

«Gli stanno scavando la fossa giorno dopo giorno: l’odio cieco di migliaia di cittadini benpensanti e il meccanismo sovrumano, tortuoso, subdolo, senz’anima della legge li spingono inesorabilmente verso la sedia elettrica».

La penna di un grande narratore prestata alla causa di Sacco e Vanzetti, l’accorato appello per salvarli dalla sedia elettrica, la puntigliosa ricostruzione della contestata vicenda processuale, il racconto toccante dell’incontro in carcere con i due anarchici, l’accusa ai giudici di essersi mossi in un clima di furore ideologico e la richiesta di revisione del processo: nel 1926, John Dos Passos, allora trentenne ma già noto scrittore, raccolse alcuni suoi scritti – tra cui diversi articoli apparsi sulla rivista New Masses – nel pamphlet Facing the Chair, tradotto per la prima volta in italiano solo ottant’anni dopo. Dos Passos prendeva posizione in favore dei due italiani, aderendo al vasto movimento di opinione pubblica che, in tutto il mondo, poté contare sull’appoggio di intellettuali famosi come Thomas Mann, Albert Einstein, Upton Sinclair, H.G. Wells.

Recensioni

• «Uno dei casi giudiziari più controversi, dovuti alla paura dell’“altro”, del “rosso”, dell’anarchico, di chi è di razza diversa» (Nico Orengo, La Stampa-Tuttolibri)
Recensione per “Davanti alla sedia elettrica“: la repubblica dario olivero.doc